La musica dei poeti spagnoli

È un interessante evento quello in programma il prossimo 5 ottobre presso la mediateca multilingue di Merano.


Il grande poeta Dante Alighieri affermava che la funzione della poesia è quella di essere il veicolo della verità, e come tale ha origine nella verità stessa. Verso la fine del 1700, John Keats riprendeva il tema della verità, quella dell’immaginazione: “Ciò che l’immaginazione coglie come bellezza deve essere verità, che esistesse prima o no”. Il grande poeta americano Ezra Pound, discorreva che la poesia è uno strumento di indagine che non è in contrasto con la scienza, è un messaggio di grande concentrazione informativa ed espressiva degli aspetti della vita: sentimenti, amicizia, politica, libertà.

L’evento la “Musica dei poeti di lingua spagnola”, scritto dal poeta meranese Lino Pasquale Cacciapaglia andrà in scena nella sala della mediateca multilingue di Merano in piazza della Rena 10 giovedì 5 ottobre alle ore 18; e in questa occasione si rappresenterà il peculiare aspetto del verso poetico: quello di essere veicolo della verità storica, politica e relazionale dei popoli.

Accompagnata dalla melodia di una chitarra classica suonata da Leonardo Roperti, sarà proprio la poesia a prendere per mano e portare lo spettatore in due ere storiche: quella del ‘600, dei poeti del Siglo de Oro, con l’opera letteraria coloniale ispano americana di Sor Juana Inès de la Cruz; quella dei poeti della generazione del 27, con la poetica di Miguel Hernàndez, Garcìa Lorca, Neruda.

I motivi in cui si svolge la poesia di Sor Juana vanno dalla difesa dei diritti delle donne, al canto dell’amore, a quello dell’amicizia, al tema filosofico, morale e religioso. La poesia amorosa della messicana Sor Juana appartiene a quanto di più dolce e di più delicato sia uscito da penna di donna. Miguel Hernàndez, poeta pastore, poeta soldato, poeta carcerato, considerato da Neruda tra i più grandi del secolo. Federico Garcìa Lorca, il precursore della poesia impegnata, che a metà degli anni 20 incantava gli spettatori recitando e cantando, accompagnato da un piano o da una chitarra.

Pablo Neruda, una poesia quella del grande poeta cileno dominata dallo slancio amoroso, dall’impegno civile, generosa di sé.

L’entrata all’evento è gratuita.